TRISTE, OTTOBRE

Non cambia niente

siamo sempre noi, la solita gente

sospiri di un mondo indecente.

Il bene ed il male, divorziante comune calamita errante di un caro barlume

e batte nel tempo la pioggia attiva di radio e cattiva.

Demoni a noi misti perché trasformate i giorni in mesti?

In giorni di cuore e disonore ?

Maledetti !!

Ci uccidete la mente, ma non il cuore.

Addio cari a molti vivrete con noi anche sepolti

saremo con voi cristalli nel buio

fuochi appesi nel cielo pian piano anch’io muoio.

Ci rivedremo, lo sento,

amici miei, lacrime vere da occhi ormai spenti,

riposate in pace fra tanti lamenti.

Santo campo di fiori mai appassirete

perché noi acqua vi saremo vicino anche lontano.

Famiglie distrutte dal lutto, segnate, siamo con Voi non Vi rassegnate,

anche se non cambierà niente

perché noi siamo e saremo la solita gente.